Font Size

Profile

Cpanel
OFFERTE CORSIgaranzia giovani

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALL'ANTINCENDIO

Email
ADDETTO EMERGENZA ED ANTINCENDIO

Prezzo:
Prezzo di vendita: 100,00 €
Produttore: AIFITEC
Descrizione

ADDETTO EMERGENZA ED ANTINCENDIO: lavoratori incaricati, ai sensi dell'art. 18 e 43 del D. Lgs. 81/08 , dell'attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell'emergenza, mediante nomina da parte del datore di lavoro.

EMERGENZA: qualsiasi situazione imprevista di grave o imminente pericolo per le persone, l'ambiente ed i beni.

PERICOLO DI INCENDIO: proprietà o qualità intrinseca di determinati materiali o attrezzature, oppure di metodologie e pratiche di lavoro o di utilizzo di un ambiente di lavoro, che presentano il potenziale di causare un incendio.

RISCHIO DI INCENDIO: probabilità che sia raggiunto il livello potenziale di accadimento di un incendio e che si verifichino conseguenze dell'incendio sulle persone presenti.

VALUTAZIONE DEI RISCHI DI INCENDIO: procedimento di valutazione dei rischi di incendio in un luogo di lavoro, derivante dalle circostanze del verificarsi di un pericolo di incendio.

DESTINATARI DI OBBLIGHI Datore lavoro, Dirigenti, Preposti, Lavoratori.

Obblighi Il datore di lavoro, ai fini degli adempimenti di cui all'art. 18, comma 1, lett. t) del D. Lgs. 81/08:

a) organizza i necessari rapporti con i servizi pubblici competenti in materia di primo soccorso, salvataggio, lotta antincendio e gestione dell'emergenza;

b) designa preventivamente i lavoratori di cui all'art. 18, comma 1, lettera b) del D. Lgs. 81/08;

c) informa tutti i lavoratori che possono essere esposti a un pericolo grave e immediato circa le misure predisposte e i comportamenti da adottare;

d) programma gli interventi, prende i provvedimenti e da' istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave e immediato che non può essere evitato, possano cessare la loro attività, o mettersi al sicuro, abbandonando immediatamente il luogo di lavoro;

e) adotta i provvedimenti necessari affinché qualsiasi lavoratore, in caso di pericolo grave ed immediato per la propria sicurezza o per quella di altre persone e nell'impossibilita' di contattare il competente superiore gerarchico, possa prendere le misure adeguate per evitare le conseguenze di tale pericolo, tenendo conto delle sue conoscenze e dei mezzi tecnici disponibili;

  • e-bis) garantisce la presenza di mezzi di estinzione idonei alla classe di incendio ed al livello di rischio presenti sul luogo di lavoro, tenendo anche conto delle particolari condizioni in cui possono essere usati.

1. L’obbligo si applica anche agli impianti di estinzione fissi, manuali o automatici, individuati in relazione alla valutazione dei rischi.

2. Ai fini delle designazioni di cui al comma 1, lettera b), il datore di lavoro tiene conto delle dimensioni dell'azienda e dei rischi specifici dell'azienda o della unita' produttiva secondo i criteri previsti nei decreti di cui all'articolo 46.

3. I lavoratori non possono, se non per giustificato motivo, rifiutare la designazione. Essi devono essere formati, essere in numero sufficiente e disporre di attrezzature adeguate, tenendo conto delle dimensioni e dei rischi specifici dell'azienda o dell'unita' produttiva.

4. Il datore di lavoro deve, salvo eccezioni debitamente motivate, astenersi dal chiedere ai lavoratori di riprendere la loro attività in una situazione di lavoro in cui persiste un pericolo grave ed immediato. Ogni lavoratore deve prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui ricadono gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dal datore di lavoro.

FORMAZIONE Gli addetti alla gestione dell'emergenza ed antincendio, designati ai sensi dell'art. 18 del D.Lgs. 81/08, sono formati con istruzione teorica e pratica sui rischi di incendio secondo i criteri di cui all'allegato VII del D.M. 10 marzo 1998. I corsi previsti dal D.M. 10/03/1998 sono così suddivisi: - 16 ore per attività classificate di rischio "Alto" - 8 ore per attività classificate di rischio "Medio" - 4 ore per attività classificate di rischio "Basso".

Ai fini delle designazioni il datore di lavoro tiene conto delle dimensioni dell'azienda e dei rischi specifici dell'azienda o della unita' produttiva secondo i criteri previsti nei decreti di cui all'art. 46 del D. Lgs. 81/08. I lavoratori non possono, se non per giustificato motivo, rifiutare la designazione.

Essi devono essere formati, essere in numero sufficiente e disporre di attrezzature adeguate, tenendo conto delle dimensioni e dei rischi specifici dell'azienda o dell'unita' produttiva.

Gli addetti alla gestione dell'emergenza ed antincendio aziendale hanno il compito di: verificare e monitorare la funzionalità delle vie e le uscite di emergenza presenti, per garantire l'esodo delle persone in sicurezza in caso di incendio, allo scopo di ridurre la probabilità di insorgenza di un incendio; realizzare le misure per una rapida segnalazione dell'incendio al fine di garantire l'attivazione dei sistemi di allarme e delle procedure di intervento, in conformità ai criteri di sicurezza convenuti all'interno dell'attività; assicurare l'estinzione di un incendio in conformità ai criteri di sicurezza convenuti all'interno dell'attività; garantire l'efficienza dei sistemi di protezione antincendio in conformità ai criteri di sicurezza convenuti all'interno dell'attività.

AIFITEC - Sede Legale e Concorsuale 89126 Reggio di Calabria (Italia) Via Eremo Pietrastorta 28

tel +39 0965/1970683 - fax +39 0965/490430, +39 0965/9930884, e-mail ai_4@aifitec.net 

Uffici di rappresentanza 00146 Roma (Italia) Via Tirone 11 tel  +39 06/452218528
Uffici di rappresentanza 02-798 Warszawa (Polska), Ul. Wielicka 43/0 tel. + 48 536 257 190
 C.F. 92074670800 e P.IVA 02691770800